Ride

2018, Drammatico

4.0
Ride (2018)
Genere
Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Una domenica di maggio, a casa di Carolina si contano le ore. Ne mancano solo 24 al giorno in cui bisognerà aderire pubblicamente alla commozione collettiva che ha travolto una piccola comunità sul mare, a pochi chilometri dalla capitale. Se n'è andato Mauro Secondari, un giovane operaio caduto in fabbrica. E da sette giorni Carolina è rimasta sola, con un figlio di dieci anni e con la sua fatica immensa, a sprofondare nel dolore per la perdita dell'amore della sua vita.



Elaborazione del lutto sincera e mai ricattatoria, #Ride ha il giusto tatto per raccontare dolore e senso di colpa
Perché ci piace
  • Un esordio alla regia che ha coraggio e personalità.
  • La performance misurata di Chiara Martegiani.
  • La capacità di dosare dramma e ironia.
Cosa non va
  • Alcune sequenze sono forzatamente drammatiche.
  • La scelta della musica come pretesto narrativo risulta ripetitiva.

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti